Rublev, sensibile e tormentato: “Ognuno ha le proprie debolezze, la mia è mentale”

Il russo numero 7 del mondo protagonista alle Finals tra gesti di autolesionismo e la sofferenza per la guerra: “Cerco di migliorare questo aspetto del mio carattere”

Source

(Visited 1 times, 1 visits today)